SMALTIMENTO RIFIUTI NON PERICOLOSI A MODENA E BOLOGNA

SMALTIMENTO RIFIUTI NON PERICOLOSI A MODENA E BOLOGNA

Si definisce "rifiuto" qualsiasi sostanza di cui il detentore si disfi o abbia deciso o abbia l'obbligo di disfarsi.

Ad oggi la classificazione dei rifiuti ha visto l’assegnazione di codici per l’identificazione e per il miglioramento della gestione dei rifiuti, i cosiddetti codici identificativi CER (acronimo di Codice Europeo dei Rifiuti) assegnati ad ogni tipologia di rifiuto in base al processo di provenienza, per identificare i rifiuti speciali non pericolosi e pericolosi.

Savigni Autospurghi effetua il servizio di smaltimentodi rifiuti non pericolosi per le zone di Modena e provincia, Bologna, Castelfranco Emilia, Valsamoggia, Anzola dell’Emilia, Bazzano e San Giovanni in Persiceto, occupandosi di rifiuti urbani e rifiuti speciali come i rifiuti provenienti dallo spazzamento delle strade, rifiuti di qualunque natura o provenienza, giacenti sulle strade ed aree pubbliche o sulle strade ed aree private comunque soggette ad uso pubblico o sulle spiagge marittime e lacuali e sulle rive dei corsi d'acqua, i rifiuti vegetali provenienti da aree verdi, quali giardini e parchi, i rifiuti da attività agricole e agro-industriali, i rifiuti derivanti dalle attività di demolizione, costruzione, nonchè i rifiuti non pericolosi che derivano dalle attività di scavo, i rifiuti non pericolosi da lavorazioni industriali, i rifiuti non pericolosi da lavorazioni artigianali, i rifiuti non pericolosi provenienti da attività commerciali, i rifiuti non pericolosi derivanti da attività di servizio, i rifiuti derivanti da attività di recupero e smaltimentodi rifiuti non pericolosi , da potabilizzazione ed altri trattamenti delle acque, da depurazione delle acque reflue e delle emissioni in atmosfera, i rifiuti non pericolosi derivanti da attività sanitarie e i rifiuti non pericolosi derivanti dal settore agro-alimentare, come ad esempio macellerie, aziende agricole e casearie, pescherie, mattatoi, disossi, salumifici ed a molte altre tipologie di imprese che nel loro processo produttivo generano scarti di origine animale.

Lo smaltimento dei rifiuti non pericolosi di origine industriale o commerciale a Bologna e a Modena e provincia viene effettuato da Savigni Autospurghi previo un rigoroso controllo dei rifiuti, verificandone i documenti relativi al rifiuto trasportato (formulario identificativo o documento di trasporto).

Savigni Autospurghi di Castelfranco Emilia vanta una vasta esperienza e conoscenza nel settore ambientale della raccolta, del trasporto, della gestione, dello smaltimento di rifiuti non pericolosi nelle zone di Modena e provincia, Bologna e provincia, con particolare convenienza per le zone di Castelfranco Emilia, Anzola Emilia, Bazzano, Valsamoggia, San Giovanni in Persiceto.

Tutto il nostro personale, ed in primis i titolari dell’azienda ogni giorno fanno valere l’esperienza maturata nel settore, mettendosi in gioco di persona per effettuare verifiche e controlli sul posto d’intervento e intervenendo in tutte le tipologie di smaltimento di rifiuti non pericolosi.

Anche lo smaltimento di rifiuti non pericolosi liquidi necessita di un trattamento speciale, in modo da evitare la fuga di sostanze inquinanti e nocive per l'ambiente, attribuendo il corretto codice C.E.R. e individuando la destinazione finale. Savigni Autospurghi di Castelfranco Emilia si occupa dello smaltimento di rifiuti non pericolosi liquidi  quali soluzioni acquose, acque di lavaggio, fanghi, rifiuti non pericolosi provenienti da processi chimici-organici, rifiuti della produzione di vernici, rifiuti della produzione di plastiche, rifiuti acquosi contenenti adesivi, sigillanti, adesivi e solventi.

Da sempre sensibili al tema dell’ambiente, la nostra azienda di Castelfranco Emilia opera con serietà, competenza e professionalità per lo smaltimento di rifiuti non pericolosi a Bologna e a Modena e provincia nel rispetto di tutte le norme vigenti: abbiamo a tal proposito attuato ed applicato il Modello di Organizzazione e di Gestione relativo alla 231, cioè un organismo di controllo aziendale misto, costituito da persone interne ed esterne, per la vigilanza costante su tutti i lavori che vengono effettuati (sicurezza ambiente) e per evitare di incappare in reati ambientali connessi agli interventi effettuati, per garantirvi un servizio efficace e rispettoso dell’ambiente.